Facebook: la svolta “rinnovabile” passa per il circolo polare artico

Per Facebook la questione energetica ha assunto negli anni una rilevanza sempre maggiore: basti pensare alle  dimensioni dei suoi data center e a quanto possa essere dispendioso – in termini economici e ambientali – alimentarli e raffreddarli. Per questo motivo, dopo avere passato al vaglio decine di siti, la società ha annunciato la creazione di una nuova “sala motori” a Luleå, città della Svezia vicina al circolo polare artico.

Una scelta non casuale ovviamente, visto che la città offre l’energia elettrica al prezzo più basso in Europa ed è il posto ideale per aprire il primo data warehouse del mondo alimentato da energie rinnovabili. Merito delle abbondanti risorse idroelettriche che permettono di avere energia pulita praticamente gratis e del clima freddo che abbatte i costi per il raffreddamento dei server.

[da wired.it]

Commenta